Dirk Gently

categorie: 

Non sapevo se inserire o meno questa recensione nei telefilm o nei film visto che si tratta di una sola puntata da 50 minuti. Nel dubbio, e nell’eventualità che facciano un episodio della stessa durata del secondo libro dedicato al personaggio di Dirk Gently, la inserirò tra i telefilm. 

Dirk Gently è tratto da un romanzo scritto da Douglas Adams, il ciclo di racconti non è completo in quanto l’autore è deceduto mentre scriveva il terzo, lasciandolo incompleto.

Il genere mischia il giallo alla fantascienza, il tutto condito con dell’ottimo humor inglese.

Non ho letto il libro per cui non so se ci sono diversità nella trama o nell’adattamento.

Visivamente è molto anni ’80 con la tecnologia dei giorni nostri. Lo si nota nei colori delle riprese, un po’ nell’arredamento, ma soprattutto nell’abbigliamento del protagonista. Da notare la trama della sua camicia e del soprabito.

Dirk Gently è un investigatore olistico che per sbarcare il lunario accetta casi anche ridicoli, proprio come quello offertogli da una vecchietta: ritrovare il suo gatto scomparso.

Le indagini condotte da Dirk non seguono un normale iter logico. E' convinto che nulla accada per caso e che un insieme di avvenimenti, apparentemente  slegati tra loro possano portarlo alla soluzione del mistero di turno.

Squattrinato dalle mani bucate, dai metodi non proprio ortodossi, Dirk va avanti per la sua strada, risultando quasi folle agli occhi altrui, fin quando non trova la soluzione e conclude il caso in maniera magistrale.

Notevole Stephen Mangan nel ruolo del protagonista.

Questo episodio è stato molto carino, divertente e leggero, forse l’unica pecca è stata la parte relativa ai viaggi nel tempo dove c’è qualcosa che non torna. Però si sa che con questi spostamenti avanti e indietro negli anni la linearità degli eventi non sempre è logica.

 

field_vote: 
8

Facebook Comments Box