True Love

categorie: 

True love butta un occhio su cinque rapporti di coppia molto diversi tra loro, con un unico denominatore comune, l’amore, quello vero. Ogni episodio ha un protagonista, le puntate sono slegate ma c’è qualche personaggio che ha un piccolo e marginale ruolo nelle altre. Ogni storia si apre e si chiude all’interno del suo episodio, accompagnata da una eccellente colonna sonora. Trovo sia un esperimento veramente riuscito grazie all’estrema bravura degli attori che hanno recitato in maniera libera, sapendo cosa doveva accadere in ogni scena, ma privi di un copione prestabilito. Tutte le storie sono ambientate nella stessa città, a Margate.

Il primo episodio è su Nick, uomo con una vita tranquilla, una moglie che adora, dei figli e un lavoro stabile. Nick è felice, appagato,  ma la sua stabilità viene minata da un fantasma del passato. La ragazza con cui aveva una relazione da giovane, poi sparita senza dire una parola, riappare e lo cerca. Ovviamente l’uomo è turbato da questa presenza che riapre vecchie ferite mai guarite del tutto,  da questa figura forzatamente accantonata che ha lasciato tante domande senza risposta e un vuoto che nessuno ha potuto colmare, neanche  sua moglie Ruth. 
Ho trovato l’atteggiamento della donna veramente cattivo. Sparisci perché credi che il giovane Nick non voglia impegnarsi seriamente nel costruire un futuro con te. Vai via senza proferire parola, dimostrando di essere  infantile e stupida nello spezzare il cuore di un ragazzo che ti ama, lasciandolo devastato e in cerca di una risposta ai suoi perché. L’unica colpa che può avere Nick  è che forse non era riuscito a dimostrare chiaramente il sentimento che provava.
Chiedergli quali fossero le sue intenzioni, prima di darsi alla macchia forse era qualcosa di troppo complicato. Per un attimo mi sono calata nei panni di Nick, è tremendo veder sparire la persona amata senza saperne il motivo, dannarsi per la sua assenza, cercala e poi rimanendo inerme, senza poter fare nulla, per scoprire molti anni dopo che una motivazione così allucinante. Viene spontaneo chiedersi chi  dei due non era in grado di tenere in piedi la relazione. Di sicuro non lui. 
Il passato che ritorna è qualcosa che ti scombussola nel profondo, specialmente se hai dei conti in sospeso. Nick va in tilt, non dice nulla alla moglie, si concede una giornata con il suo primo amore, vivendo una piccola e breve favoletta contorna da ipotetici progetti per il futuro, ma entrambi sanno che al calar del sole ognuno andrà per la sua strada e tornerà alla sua vita. 

Il secondo episodio è su Paul, giovane uomo, marito, padre da poco. Paul e sua moglie stanno affrontando una profonda crisi di coppia, dovuta in buona parte alla presenza di un bambino piccolo quale fonte di stress, che gli rende difficile trovare un nuovo equilibrio di vita.
Paul vede una donna sotto la fermata dell’autobus mentre è in auto, i loro sguardi si cercano. Paul  ha bisogno di un motivo per evadere dallo stress casalingo, fa in modo di incontrare di nuovo la sconosciuta, con la quale inizia una relazione extraconiugale. 
Paul arriva a lasciare la moglie per l’altra  in un lasso di tempo breve, perché è più semplice fuggire che cercare di risolvere i problemi, sperando di trovare un’ancora di salvezza tra le braccia di una perfetta sconosciuta. Ma l’idillio ha breve durata, l’amante di Paul gli confida che ha dei problemi urgenti da risolvere, le servono dei soldi. A questo punto avevo intuito che si stava preparando uno scenario poco piacevole.  Paul talmente preso da questa situazione, fa la follia di dare alla donna i suoi risparmi. La donna parte, lasciando Paul in attesa del suo ritorno, che avverrà non appena avrà risolto il suo problema. Paul sente la sua mancanza, prova a chiamarla ma lei è irraggiungibile. Paul si renderà brevemente conto di essere stato truffato dei suoi soldi e con la coda tra le gambe ritorna da sua moglie che lo riaccoglie in casa.

Il terzo episodio è incentrato su Holly, giovane insegnante che ha un relazione con un uomo sposato. Questa relazione clandestina viene consumata nei ritagli di tempo, giusto il tempo dell'atto sessuale e poi il suo amante deve scappare via. Una relazione che non rende Holly felice, ma sentendosi sola la trova meglio di niente o probabilmente l'unica a cui pensa di poter aspirare.
Holly inizia ad avere una simpatia ricambiata per una sua allieva e lascia il suo amante. Questa ulteriore relazione diventa problematica per ovvi motivi etici, perché l'omosessualità non è sempre ben vista, e con l'aggravante che l’allieva è minorenne. Le due ragazze vivono questo amore saffico nascosto dal mondo, in maniera tenera, divertente. Nel momento in cui  viene allo scoperto, dopo un momento di sconcerto causato dalla cattiveria di alcune persone, le vedremo andare via compatte, sorridenti, forti,  sicure dei loro sentimenti e di star facendo la cosa giusta, in barba a chi le aveva prese in giro fino a poco prima. 

Il quanto episodio incentrato su Sandra, una donna di mezza età sposata e tradita dal marito. Sandra è sola, i figli sono andati via e tra lei e il coniuge c'è il gelo e il silenzio. Sandra gestisce un negozio, un luogo tutto suo. Un giorno entra un uomo, un immigrato che sta cercando un regalo da mandare a casa, una casa da cui si è separato da tanto tempo e nella quale non sa se e quando rimetterà piede, ma nei suoi gesti, dalle sue parole è palese e palpabile l’amore che prova per quei luoghi e per le persone care che ha lasciato li. La gentilezza e la profondità d'animo di quest'uomo, il suo saper ascoltare fanno uscire Sandra dal torpore. Sandra inizia a vivere di nuovo, si veste, si prepara ed esce proprio come faceva una volta. Il marito nota questa variazione e un po' ne resta spiazzato. Sandra e suo marito provano una sera anche ad andare a cena insieme, la serata è un fallimento totale, sono talmente distanti, estranei l'uno all'altra, non sanno cosa dirsi, non si guardano, non si sfiorano. Due sconosciuti avrebbero avuto molte più cose in comune e da condividere. Avevo dato per scontato che Sandra lasciasse il marito e finisse tra le braccia del suo amico  invece  mi ha sorpreso la sua decisione, quella di amare se stessa, andare via da tutto quel buio, vuoto, silenzio e dal suo rapporto morto da secoli con il marito. Sandra va via e si riappropria della sua vita.

Il quinto ed ultimo episodio è su Adrian, un uomo solo con figlia adolescente. Adrian un giorno decide che deve mettersi in gioco, lo fa con un approccio moderno, iscrivendosi ad un sito per single. Qui conosce una donna, Kathy, con la quale inizia una amicizia virtuale fatta di chattate e telefonate. Con Kathy condivide il quotidiano e  una bella amicizia che lentamente prende una piega diversa. Adrian si innamora di questa donna che non ha mai incontrato, se non virtualmente, mentre nella vita reale subisce le avances dell'amichetta di sua figlia, attratta da un uomo di bell'aspetto, dai modi gentili e dall'animo pulito. 
Arriverà il giorno dell'incontro tra Adrian e Kathy. È sempre strano incontrare di chi per molto tempo è stato solo parole scritte e  voce al telefono, ma dopo qualche attimo di incertezza l'affinità tra i due diventa palpabile, quel sentimento virtuale si concretizza e l'amore sospeso nell'aria diventa reale. A minare la loro felicità arriva la ragazzina che inventa cattiverie sul conto di Adrian per seminare zizzania. 
Adrian è disperato, rischia di perdere qualcosa che ha cercato e voluto per tanto tempo, a causa di accuse false ed infamanti. 
Ma una volta tanto il fato sarà buono con Adrian, non solo gli ha fatto incontrare una donna che si è  innamorata di lui, ma questa donna è dotata anche di  un cervello che funziona. Kathy si fida di lui perché è una brava persona, nonostante si frequentino da pochissimo tempo, le lunghe chiacchierate le hanno dato la possibilità di conoscere il suo animo e lei sa che un uomo buono come Adrian non si approfitterebbe mai di una ragazzina. Adrian può tirare un sospiro di sollievo, la vita non gli ha tolto ciò che gli aveva appena regalato e potrà iniziare a vivere questa storia d'amore che sembra avere delle buone fondamenta.

In conclusione, dopo situazioni disastrose, in bilico, di corna, bicorno e di cornuti più o meno contenti che si riprendono il partner fedifrago, l'ultimo episodio chiude il ciclo con una storia con un bel finale.
Le storie,  possono sembrare normali e senza troppi slanci, ma sono fatte in modo che ogni persona possa identificarsi con uno dei personaggi, narrano di persone comuni che possono essere anche il nostro vicino di casa.
True love è una esplorazione sull'amore sotto vari aspetti, da quello impossibile e rimasto sospeso alla follia del momento con annessa fregatura, quello omosessuale, con differenza d'età e conflitto d'interesse all'amore nello scegliere se stessi e la propria felicità, per finire con un amore, forse l'unico di coppia vero, basato sul dialogo e sulla fiducia a dispetto di tutto e di tutti. Ma per sapere quale era quello “True” bisognerebbe sapere come sono andate avanti le varie storie.  Vi consiglio di vederlo, per me ne vale la pena.

 


field_vote: 
8

Facebook Comments Box