Auto Focus

categorie: 

Questo film ha distrutto un mito della mia infanzia. Lo ammetto ho una dipendenza dai telefilm fin da quando ero solo una bambina. 

Autofocus  racconta la vita di Bob Crane, protagonista della serie tv “Gli Eroi di Hogan”, ma non è ciò che ti aspetti dall’attore che da il volto ad un personaggio di una serie tv che guardavi quando eri ancora alle elementari.

Bob Crane era un conduttore radiofonico prima di diventare attore, una persona apparentemente normale, con una famiglia e dei figli, ma che nascondeva un piccolo e peccaminoso segreto: era ossessionato dal sesso. 

Il passaggio dalla radio alla tv modifica il suo modo di essere, gli eccessi e un amico/‘cattiva compagnia’ finiscono di rompere l’equilibrio di Crane, facendo sparire qualunque freno potesse avere prima.

Auto Focus ne segue la vita nell’ascesa verso il successo, nel conseguente crollo fino al suo omicidio. La sua rovina è narrata senza pietà, il successo logora anche le persone più ‘normali’ figuriamoci cosa può accedere a qualcuno che ha una dipendenza, dipendenza  tenuta nascosta per parte della propria vita.

Il film mi è piaciuto, nonostante lo stile di vita dell’attore e del suo amico sia profondamente discutibile, secondo me avevano bisogno di andare in terapia entrambi. I due attori protagonisti sono molto bravi ed è ottima la ricostruzione storica.

Resta solo il fatto che non potrò mai più rivedere una puntata de “Gli Eroi di Hogan” come facevo una volta.

 

field_vote: 
6

Facebook Comments Box