Think like a man

categorie: 

Un gruppo di amici, cinque uomini, trascorrono molto tempo insieme. Guardandoli si capisce fin dalle prime scene che sono immaturi, dei ragazzini mai cresciuti. Ce n’è per tutti i gusti: lo sciupafemmine, il mammone, il sognatore, l’appena separato e quello felicemente sposato.

Il film segue le dinamiche di questi uomini con le rispettive donne che già fanno parte della loro vita oppure che hanno conosciuto da poco. Fin qui la trama sembra banale, una commedia già vista e rivista, ma a mettere un po’ di pepe nelle vicende è un libro, il “Think like a man” del titolo, in cui l’autore spiega alle donne come ‘intortarsi’ gli uomini. 

Quando la controparte maschile comprenderà che un uomo li ha traditi, svelando i loro segreti alle donne in un libro, allora inizieranno a controbattere con un intelligente "botta e risposta" senza esclusione di colpi.

Ogni personaggio si troverà a fare i conti e a rivedere la propria posizione rispetto alla vita ed ai rapporti interpersonali, finendo forse per acquisire un minimo di maturità che prima gli mancava.

Think like a man è un film carino e leggero che si lascia guardare senza problemi, basato su una sceneggiatura frizzante, che ti stappa un sorriso di tanto in tanto ma che può risultare un po’ scontata e ridondante in alcuni momenti. 

 

 


field_vote: 
6

Cappuccetto Rosso Sangue

categorie: 

Cappuccetto rosso sangue è un film dai toni  dark, in cui un lupo mannaro semina terrore nel piccolo villaggio di Daggerhorn ogni luna piena.

Una insolita luna rosso sangue e la morte di una ragazza, sorella della protagonista, spingono gli abitanti del l villaggio, stremati, a cercare l’aiuto di un cacciatore di lupi mannari: Padre Solomon.

Padre Solomon fornisce un'informazione che spiazza gli abitanti del villaggio, convinti che la creatura sia solo un mostro: il lupo mannaro di giorno ha sembianze umane e si trasforma solo con la luna piena, non solo, può trasmettere la licantropia ad altre persone.

Oltre a cercare di capire chi è il lupo mannaro, il film ci mostra le vicende personali e familiari della protagonista, innamorata di un ragazzo ma promessa sposa ad un altro, per arrivare poi ad uno scontato e logico finale.

Il film è visivamente molto bello, buona la regia, la narrazione, bravi gli attori; ma resta comunque una semplice e leggera favoletta, da vedere se non ci si aspetta un film di spessore o particolarmente interessante.

 

 


field_vote: 
6

Dieta Mediterranea

categorie: 

Questa è la storia di una ragazza, Sofia,  nata prematura in un negozio di un barbiere e cresciuta nel piccolo ristorante di famiglia. Sofia presto inizierà a mostrare una forte attitudine nel preparare degli ottimi piatti. Vedremo la sua evoluzione  da cuoca nel ristorante di famiglia  alla sua realizzazione come  chef , con conseguente apertura del proprio ristorante.

Dieta mediterranea è un film che affronta vari temi, quello del lavoro,  della realizzazione di se stessi, della famiglia e dei figli, e uno più “scottante”:  la relazione  non convenzionale, ma consenziente tra tre persone, una donna e due uomini.

Sofia ha una famiglia,  è una madre, è una moglie ed ha anche un amante che condivide con suo marito. E’ interessante notare come lei, lui, l’altro funzionano e sono felici quando sono insieme , mentre le cose vadano a rotoli nel momento in cui, più per motivi di morale pubblica che per scelta personale, sono ”costretti a rompere il triangolo”.

Probabilmente molte persone moraliste potranno trovare disgusto per una situazione del genere, ma guardando il film oggettivamente mi  son detta:  se a loro tre sta bene, sono felici e funzionano sia nel privato che in campo lavorativo, chi siamo noi per giudicare o per dire che il numero giusto in una ‘coppia’ è il due?

In questo caso è più giusto dire: Tre numero perfetto!

Da guardare assolutamente, il film è bello, divertente e per niente pesante anche con questa insolita e consensuale scelta di un ménage à trois.

field_vote: 
7

Pagine

Facebook Comments Box